giovedì 31 marzo 2011

Posted by Iride On 23:57
Un'altra assenza prolungata. 
Quando ci sono troppe cose, non riesco a dirle, e non mi va, francamente.
Un lavoro che non arriva, uno stage deludente e abbandonato, solo un mese per rimediare a tutto questo prima di dover chinare il capo alla sconfitta e tornare nella polvere del paesello lasciato a grandi passi sei anni fa, dove mi spegnerei come una candela, lentamente, ma inevitabilmente. I giorni proseguono, e nessun sentore di un colpo di scena che mi sorprenderà a tre quarti del film.  
La sensazione che sia tutto sbagliato, che non doveva andare così male, non così tanto male, e contemporaneamente la sensazione che non poteva andare diversamente.
Condividere tutto questo è annichilente, e serve metabolizzarlo un pò per poterlo esprimere.
Sintesi di Marzo.


Serve l'oscurità perchè brilli la luce. Cerco a tentoni l'interruttore. 
Nient'altro da segnalare.
A onor del vero:

6 commenti:

  1. Esagerata,
    ci manca il coro greco che intona il lamento
    e la tragedia è perfetta.
    Perfino Eschilo, Sofocle ed Euripide si stanno tagliando le vene per tanto strazio che non sono riusciti a descrivere in così poche righe (hai il dono della sintesi, almeno!).

    Tira fuori le palline, la vita non regala un bel niente, devi sapertelo conquistare, pezzo a pezzo il tuo angoletto di mondo ...
    certo può dire sfiga e dirti male per una serie di circostanze, o per scelte non propriamente appropriate, ma cazzarola ... per gettare la spugna bisogna proprio averle tentate tutte, ma proprio tutte ... e dopo anni di rivoltamentii nella polvere, allora potrei pure capire ...
    ma sei solo all'inizio e alle fustrazioni bisogna saper mantenere la schiena dritta e guardare avanti con fiducia, almeno provarci ...
    se quel sole ... non lo vedi,
    Inventalo! e credici ... ne sentirai il calore anche se solo lo immagini.

    Non Mollare!

    Ciao Iride e continua a ridere sempre Libera li o altrove.

    RispondiElimina
  2. Ah ah ah chiedo scusa a Eschilo e agli altri due! Perdonino! XD

    Ciao Paolo grazie dell'incoraggiamento ;)

    RispondiElimina
  3. Bè Paolo ha già detto tutto ;)
    Forza e coraggio
    Un abbraccio solidale

    RispondiElimina
  4. Sono sicura che arriverà la luce prima o poi. spero prima, piuttosto che poi.
    la vita è una parabola, si scende, ma sicuramente c'è un periodo in cui si sale ;)

    RispondiElimina
  5. Riesco a comprenderti perfettamente, purtroppo non sempre si e' in grado all'istante di reagire, arriva lo sconforto e ti sembra di aver sciupato del tempo prezioso, e ti senti sconfitto,poi pero' sopratutto x le anime sensibili , e tu lo sei, scatta l'istinto di sopravvivenza, vedrai che riuscirai ad arrivare dove volevi^_^ stai serena!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...