mercoledì 17 novembre 2010

Posted by Iride On 19:51


Sentirsi più fighi di Indiana Jones in un tempio maledetto e un tesoro tra le mani, quando si trova un bel libro tra le antiche muffe e polveri di un banchetto pieno di volumi sbiaditi e logori. Ogni tanto vi si trovano dei veri gioeilli, all'insultante prezzo di 1 o 2 euro. Stavolta a lasciarmi a bocca aperta è stato Ragtime, il romanzo da cui è tratto un bellissimo musical che ho sempre desiderato vedere, mai arrivato in Italia che io sappia, troppo americano forse, con delle musiche bellissime. Prende il nome da quel genere musicale che imperversa negli States di inizio '900 dove si svolge la narrazione, con uno sguardo ironico e compassionevole sull'America e la visione che essa ha di sé. 

Un genere musicale che amo perchè mi risolleva come nient'altro nei momenti bui, nato al pianoforte (strumento che adoro), creato da quel geniaccio di Scott Joplin, che Dio lo benedica. Proprio in questi giorni lo ascolto costantemente, e trovare questo libro è stato come un segno del destino, mancavano solo un coro celeste e un fascio di luce divina che lo illuminasse. L'ho fissato un paio di minuti come un'ebete prima di decidermi a pagarlo. Un piccolo tesoro che mi ha rischiarato la giornata (letteralmente pare, perchè oggi non ha piovuto!). 
Per tutto il resto ci sarà MasterCard ma l'episodio di oggi, nel suo piccolo, non ha prezzo.






A onor del vero:

7 commenti:

  1. Come ti capisco! Non c'è niente di più bello che scovare questi piccoli tesori impolverati! :)

    RispondiElimina
  2. Si infatti, io divento irrazionalmente felice! XD

    RispondiElimina
  3. Buona lettura allora! Anche se penso che ormai il segno lo abbia già lasciato... ed a proprosito di segni, forse eri distratta, ma il fascio di luce ed il coro celeste, c'era!)

    RispondiElimina
  4. Grande! Posso immaginare la contentezza... Peccato che il musical non sia mai arrivato in Italia... ci sono delle musiche bellissime.
    Un abbraccio novembrino

    RispondiElimina
  5. Allora nella lista dei momenti di trascurabile felicità potresti mettere l'aver trovato questo libro...

    RispondiElimina
  6. @Folletto hai ragione, dentro di me c'erano eccome! XD

    @Mariabei è un peccato davvero che non sia mai arrivato, purtroppo è un'opera troppo "personale", forse è per questo che non la vedremo mai. Un vero rammarico con delle musiche così belle.
    Un abbraccio a te!

    @Eva hai ragione! E' da inserire decisamente!

    RispondiElimina
  7. Ma che bello questo post,questo racconto della scoperta casuale di un vero tesoro fuori dall'ordinario mi ha fatto sorridere e sentire felice per te, anche se ti conosco solo attraverso le tue parole...che non è poco, comunuqe.
    Buon fine settimana, e grazie per avermi fatto conoscere questo musical, nemmeno io ne avevo mai sentito parlare.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...