venerdì 10 settembre 2010

Posted by Iride On 21:26
La mia prima riflessione di fronte a un cappuccino è stata sulle persone che mi sfrecciavano attorno, seduta a un tavolino esterno del bar. Oggi si corre, si deve correre. Perché? Non lo sa nessuno. Sta di fatto che chi ti passa davanti e ti vede seduto a pensare con una tazza in mano guarda in modo strano. Invidia o biasimo? Sembra che sempre più spesso prendersi del tempo per se stessi non sia solo un lusso, ma un lusso per viziati. Eppure sono tante le cose che si vedono uscendo dalla fiumana. Certo è vero ci sono molti impegni cui tener fede, il lavoro, la famiglia, ma una volta la qualità della vita era migliore, no? Così mi hanno detto, e credo di ricordare. Ho 24 anni e penso di appartenere alla prima generazione travolta da questo nuovo stile di vita senza fiato, nel quale siamo stati buttati senza salvagente, come barbaricamente si usava per insegnare ai bambini a nuotare, buttandoli di peso nell'acqua, talvolta tenendoli sotto.

PLAY

Corre, scorre. La vita è come un fiume che scorre.
Scappa. Da cosa scappa? Dai suoi creditori?
Certo. Non fa che indebitarsi questa fedifraga.
Corre senza fiato e mi trascina su una giostra
che gira veloce,
non vedrò niente finché il giro non sarà finito.
Giro su un cavallino mal laccato che non posso impennare.
Fermarsi, osservare, riflettere,
significa farsi travolgere dal fiume,
essere sbalzati di sella.
Fossi il coniglio della Duracell,
mi toglierei le pile.
Fermarmi, osservare, e poi
rimettermi le alcaline della migliore qualità.
Fermare il carrozzone e fare sosta all'Autogrill del mio Io.
Mettere in pausa il mio film per rispondere al telefono dei miei pensieri.
Ma il carrozzone va avanti da sè, non fa soste, solo capolinea.
Il film scorre e sul telecomando solo un grosso PLAY.
Nel mio film non c'è nessuna Matrix da cui uscire, nessuna pillola rossa.
Fermarsi significa annegare, rimanere a piedi,
voltarsi e vedere i propri titoli di coda.
A onor del vero:

2 commenti:

  1. E' vero si è perso il piacere di ritrovarsi seduti in un Bar tra amici, a parlare o semplicemente a passare del tempo ... in una data ora del giorno...senza appuntamento...senza alcun obbligo di esserci ... ma per il solo piacere di ritrovarsi e di condividere piacevolmente la compagnia...

    RispondiElimina
  2. Ormai è quasi considerata una colpa...

    buona Domenica a te! ;)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...